News

Nel ricordo del terremoto del 6 aprile 2009

today3 Aprile 2024 4

Sfondo
share close

In vista del quindicesimo anniversario del sisma che colpì l’Abruzzo, che sarà commemorato il prossimo 6 aprile, il Consiglio regionale dell’Abruzzo si fa promotore dell’installazione, nella frazione di Onna, all’Aquila, dell’opera artistica intitolata “Coperta”, firmata dal maestro Lorenzo Guzzini. 

Il momento celebrativo è in programma venerdì 5 aprile, alle ore 12:00, in via dei Martiri, e rappresenta il primo atto del concorso internazionale “Giornata della memoria del sisma del 6 aprile 2009”. Si tratta di una iniziativa istituita con legge dal Consiglio regionale allo scopo di promuovere la realizzazione di sculture in bronzo in memoria apparente e perenne delle vittime del terremoto.

Sono in tutto 20 i progetti che hanno superato la selezione e quello di Guzzini è il primo ad essere finanziato e realizzato. La “Coperta” di Onna è una installazione artistica ricavata da una fusione a stampo in bronzo, composta da 309 mattonelle, che l’autore racconta così: “La coperta è ciò che ci protegge dalla Natura. Dal freddo, dalla pioggia, dal sole, dal vento. La Natura quando si scatena cambia i suoi elementi in eventi devastanti: il fuoco si fa incendio, l’acqua alluvione, il vento si fa uragano, la terra si fa frana. Per il terremoto è diverso, quello che ci uccide in questo caso è la nostra coperta”.

Alla presentazione del monumento alla cittadinanza parteciperanno: il presidente uscente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, che ha anche coordinato il comitato consultivo di selezione dei progetti; i due promotori della legge che ha istituito il concorso, i consiglieri regionali Roberto Santangelo e Americo Di Benedetto; il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi; i rappresentanti dell’Associazione familiari delle vittime; la Pro Loco di Onna e la Onna Onlus. Nel pomeriggio dello stesso giorno, all’Emiciclo, sarà inaugurata la mostra personale di Lorenzo Guzzini sul tema “Terremoto” dal titolo “3:32”, che richiama il momento esatto della catastrofe. Si compone di 4 opere scultoree interattive, disposte in un ambiente immersivo che porta lo spettatore a riflettere sulla tragedia, nella tensione che si crea tra morte e forza del ritorno alla vita. La mostra sarà visitabile fino al 10 aprile.

Scritto da: Pino Cavuoti

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RImani aggiornato sulle ultime notizie

Iscriviti alla Newsletter

Informativa Privacy

©2024 Radio Saba Sound – Associazione culturale Mirabilia – Via Sandro Pertini, sn – 66050 San Salvo (CH) – Italia.

C.F./P.IVA: 02709440693 – SIAE: 202300000006 – SCF: 11/5/23 – ITSRIGHT: 11085

Saba Notizie è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Vasto (CH) n.155 del 5 dicembre 2022. Iscrizione ROC n. 40684

Direttore responsabile: PINO CAVUOTI 

La fruizione è limitata al solo uso privato e personale e non è consentita alcuna ulteriore comunicazione dei contenuti mediante Link o in qualsiasi altro modo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0%

RImani aggiornato sulle ultime notizie

Iscriviti alla Newsletter