Dischi

Il 26 novembre arriva “The complete recordings” di MinaCelentano

today24 Novembre 2021 14 5

Sfondo
share close

MILANO – «Si vogliono bene fin da ragazzini, poi hanno avuto due carriere diverse, ed entrambi hanno definito il modo di fare l’arista, ognuno con il suo percorso». Lo ha sottolineato Massimiliano Pani alla presentazione del nuovo progetto di Mina e Adriano Celentano intitolato “The complete recordings” in uscita venerdì 26 novembre. «Hanno sempre lavorato con questo spirito forte fin da quando erano ragazzi – ha aggiunto Claudia Mori presente via streaming – Sono in simbiosi ma molto diversi fra loro».

“The complete recordings” di Mina e Adriano Celentano è uno straordinario cofanetto da collezione che raccoglie le registrazioni in studio degli storici duetti della coppia, a partire dal 1998 fino all’ultimo inedito, “Niente è andato perso”, pubblicato per quest’occasione, a coronamento del sodalizio artistico delle due leggende della musica italiana.

«Questo nuovo brano è di Fabio Ilacqua – ha fatto notare Massimiliano Pani – Precedentemente era stato messo da parte quando arrivarono i brani per i precedenti progetti del 1998 e del 2016: è stato ripreso e registrato quest’anno. Di quelli messi da parte era il più bello: è stato realizzato con Adriano da Galbiate e con Mina da Lugano».

Il cofanetto è impreziosito da materiale fotografico inedito ed è disponibile su tutte le piattaforme digitali e nelle versioni harciverbook e digifile entrambe con doppio cd, box deluxe e vinile.

Sono trascorsi quasi 25 anni dall’ideazione del primo “MinaCelentano”, seguito nel 2016 da “Le Migliori”, i due album passati alla storia della musica leggera italiana e ora i due grandi artisti hanno deciso di tornare a collaborare per regalare al pubblico una nuova emozione insieme contenente l’inedito “Niente è andato perso” che sarà accompagnato da un videoclip realizzato da Mauro Balletti, autore anche di tutte le grafiche di entrambi gli album precedenti.

«Fu l’amico comune Roberto Magrini che incontrai un giorno confessandogli che avevo il sogno di vedere lavorare Adriano e Mina insieme – ha confessato Claudia Mor – Secondo me loro sono molto simili e, da fan, li volevo ascoltare: hanno delle vere e proprie leggerezze. Ricordo che in studio c’era un’atmosfera ridanciana ma professionale: io mangiavo i marron glacé, nessuno voleva ingrassare ma tutti se li mangiavano. Sono stati sempre molto allegri e perfetti, e ne hanno fatto di tutti i colori».

“MinaCelentano The Complete Recordings” riunisce così uno dei capitoli più importanti e rappresentativi della nostra musica, coronando in questo modo l’operazione discografica di maggior successo in Italia (sia in termini di vendita che di gradimento del pubblico), resa possibile dal feeling umano e artistico di due interpreti che hanno segnato la storia dello spettacolo (nel senso più ampio del termine) nel nostro Paese. Come nessun altro.

«La forza è stata all’epoca di fare un disco tutto di inediti che arrivasse ai ragazzi, a tutti, ed è arrivato a tutti – ha confidato Massimiliano Pani – Un lavoro insieme piaceva a entrambi, non celebrativo ma con inediti. Avevano fatto insieme delle cose in televisione. Il disco del 1998 fu registrato a Lugano, con diverse registrazioni insieme. Il secondo del 2016 venne registrato per corrispondenza anche se all’inizio si erano visti a Lugano».

“Che t’aggia di”, uno dei brani più ricordati della collaborazione fra Mina e Adriano Celentano, era cantato in dialetto foggiano, terra di origine genitoriale dell’ex molleggiato.

«Fu Adriano ad insegnare a Mina come parlare in foggiano – ha accennato Claudia Mori – Mina imparò subito e, addirittura, da alunna lo faceva meglio di lui».

Mina e Adriano Celentano sono dei personaggi iconici del panorama musicale italiano.

«Adriano ha fatto una sua carriera, un suo modo di fare televisione e di fare film – ha osservato Pani – Entrambi sono personaggi fra i più amati: Mina non fa un concerto da 40 anni ed è contemporanea non facendo nulla; hanno credibilità per quello che fanno».

Adriano Celentano starebbe per ritornare sul piccolo schermo con un programma dal titolo “Il conduttore”.

«Su Istagram ha scritto che è vero ma bisogna vedere se glielo fanno fare – ha rivelato la Mori – Da parte di Adriano c’è questa idea ma per realizzarla bisogna essere in due, artista ed editore Rai. Non lo so che progetti sono, qualcosa bolle in pentola: Adriano è sempre uno che progetta, prepara e poi decide se farlo; c’è del materiale di cui mi ha parlato».

Naturalmente non sono in programma concerti di Mina e Adriano Celentano.

«Ogni tanto facciamo una scaletta di pezzi irrinunciabili, una specie di compilation – ha scherzato Pani – Sicuramente si divertirebbero se degli avatar si esibissero al loro posto. Nuovi progetti di Mina? Nel 2022 vedremo, abbiamo tante idee».

«Avatar a me farebbero tristezza – ha commentato la Mori – Adriano non ci ha mai pensato: non mette cerone perché dice che si deve vedere che diventa decrepito e la gente ci si deve abituare».

FRANCO GIGANTE

Scritto da: Pino Cavuoti

Rate it

Articolo precedente

News

Si vola ai Mondiali di Spagna del 1982 con “A ciascuno il suo”

Nella sesta puntata di "A ciascuno il suo" condotto da Cesare Vicoli in onda su Radio Saba Sound si vola in Spagna per rivivere le emozioni della dodicesima edizione dei Mondiali di Calcio FIFA. E' il 1982 con l'indimenticabile Pablito, Paolo Rossi. Parliamo dell'Italia di Enzo Bearzot, la Francia di Michel Platini, l'Argentina di Diego Maradona e il Brasile del "Futebol bailado" saranno solo alcuni dei protagonisti della nostra avventura […]

today22 Novembre 2021 15

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ASCOLTACI SULLA NOSTRA APP

Informativa privacy

©2021 di Radio Saba Sound – Associazione culturale Mirabilia – Via Sandro Pertini, snc – 66050 San Salvo (CH) C.F./P.IVA 02709440693
Codice licenza SIAE: 202100000011 – Licenza SCF: 13/5/21
La fruizione è limitata al solo uso privato e personale e non è consentita alcuna ulteriore comunicazione dei contenuti mediante Link o in qualsiasi altro modo.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le informazioni ed i testi inseriti sono forniti esclusivamente a titolo indicativo.

0%

RImani aggiornato sulle ultime notizie

Iscriviti alla Newsletter